Il diploma? Non ce l’ho il diploma!

Riccardo pone una domanda che sembra senza sbocchi:

Buongiorno redazione
sono Riccardo e vi scrivo dalla Sardegna.

Ho 21 anni e vorrei lavorare nel settore delle vendite immobiliari però non ho un diploma e tutti i corsi per agenti richiedono il diploma!

Cosa mi consigliate di fare?

Comments

  1. Riccardo prima prenditi la maturità! In questa attività come in molte altre la preparazione e la cultura sono indispensabili. Il corso da agenti, a prescindere che non è accessibile per i non diplomati, ti risulterebbe ostico se non hai le basi. Inoltre non pensare che prendere il patentino da agente immobiliare ti risolva la vita. Non credere al falso mito di diventare ricco senza sacrifici. Per imparare bene questa professione, occorrono anni e anche dopo che l’hai imparata ti devi comunque aggiornare, e continuare a studiare. Sei giovane, presumo tu non abbia una famiglia da mantenere, sei ancora in tempo per riprendere gli studi e proporti al mondo del lavoro in seguito. Se devi lavorare per vivere, piuttosto di fare il galoppino per un franchising immobiliare, dove sfrutterebbero le tue carenze di preparazione, cerca un lavoretto serale tipo cameriere e dedica il giorno a studiare, ti servirà nella professione ma anche nella vita!

  2. Quello di Ketty è il consiglio giusto, pur se impegnativo (lo so).

    Dovrebbe, il buon Bersani, prevedere un corso “diverso” e più lungo (tipo un anno 3 giorni a settimana) da farr frequentare a coloro che voglino fare il lavoro di AI pur non avendo il diploma, magari perchè arrivati alla 4°.
    Magari prevedere che tali corsi, con un programma definito, vengano fatti anche nelle agenzie, agiungendolo al iter formativo che doveva esser fatto da tempo.

    Conosco molti AI diplomati che non preferirei ad altri (anche “abusivi”) che non lo sono..

  3. So che con queste righe farò sgranare gli occhi al blog ma…… chi te lo fa fare!

    Non dico il diploma ma questo lavoro! è molto “duro” una persona si scordi di fare il ragionamento “porto qualche persona ed ecco soldi a palate”

    Sapessi quante “panzane” a la gente sopratuutto per gli acqisti (ma è troppo piccolo, il colore non mi piace – non mi piacciono i mobili !!!! (del precedente proprietario da togliere) voglio la zona di lusso ma pagandola come il “ghetto”……. no comment!)

    Se vuoi un consiglio segui quello che ti spinge di più ma che soprattutto ti appassiona!

    Io sto seriamente pensando di cambiare lavoro volendo aprire un centro assistenza hardware/software!

    Non ti dico “sei appassionato di francobolli, apri una filatelia” ma neanche vivere di un illusione vedo piuttosto popolare: “agenzia immobiliare? pfui ma quelli i soldi ne fanno ! basta una decina di vendite a mese” /e te credo si facessero così tante vendite saremo ai Caraibi a quest’ora……

  4. Med says:

    Ag. S. Giulia:
    Capisco lo sfogo.
    Il tutto si riconduce a cose già dette e saro’ breve.
    QUESTO E’ UN LAVORO.

    Nel settore informatico sarà meglio?

  5. Beh ragionamento semplice: se nel settore informatico uno si rifiuta di pagarti tu gli trattieni il pc ;)
    Vediamo se non paga !

  6. S.Giulia, beata gioventù, il pc te lo lasciano e ne comprano uno nuovo, con 86 rate da 5 euro al mese. La grande distribuzione vende i pc e gli accessori a prezzi inferiori il costo di produzione. Conosco diversi informatici che non arrivano alla fine del mese. Ci pensi mai che stai in un ufficio al caldo e sei cresciuto con la pappa che ti ha comprato papà che fa l’agente immobiliare?Comunque anche nell’immobiliare se il cliente non mi paga, non gli vendo la casa!

  7. caro S. Giulia,

    hai detto bene quando hai parlato di passione. Per fare questo lavoro ci vuole tanta passione, voglia di studiare, apprendere sempre argomenti nuovi, he magari ti capiteranno una sola volta nella tua vita professionale….ma che ti possono comunque capitare. Devi gestire molto bene il rapporto con il cliente….che per definizione ha sempre ragione: e anche quando non ce l’ha lo devi comunque trattare con i guanti bianchi. E’ un alvoro di relazioni…devi essere bravo a sviluppare contatti, network di persone che per passaparola ti portino l’agognato bene da vendere, perchè purtroppo, pochi sono gli appartamenti che ti piovono dal cielo. Devi poi avere l’umiltà e la consapevolezza di non avere la “verità rivelata” in tasca e saper dire non lo sò, ma mi informo…ad una eventuale domanda alla quale non sai dare una risposta, se non una risposta parziale e che anzi, possa confondere il cliente. Devi saper accettare la sconfitta: spesso si arriva secondi su una vendita, c’è il rischio di essere scavalcati, spesso per una piccola incomprensione o per poche migliaia di euro possono saltare affari che per te sono molto importanti.

    Tutto questo per dire che quella dell’AI è una professione che la si deve fare con convinzione, si deve ogni giorno, camminare sui famosi “carboni ardenti”, ma in maniera tale da non bruciarsi.

    La chimera del facile guadagno è quello che spesso attira giovani ragazzi/e che presto vengono “bruciati” dalla cruda realtà… mi sembra di vedere il “film” vissuto qualche anno fa in borsa dove in Italia si erano formati 57 milioni di piccoli guro, risultato ? Qualcuno ha bruciato i risparmi di tutta la famiglia, e questo perchè? perchè anche la Borsa ha le sue regole, le sue logiche di funzionamento, e anche li non ci si può imrpovvisare piccoli maghetti !

    Altro punto legato alla passione secondo me è la partecipazione, a qualcosa di più ampio della nostra agenzia….e qui mi fermo !

    Se stai decidendo di cambiare lavoro, vuol dire che la tua passione, i tuoi stimoli interiori ti portano altrove. Mi aspettavo questo tuo intervento da un pò di tempo. Si vede che ti “illumini” maggiormente quando si incomincia a parlare di PC….altro settore durissimo, dove, a mio avviso, tutto quello che ho scritto sopra, è facilmente traslabile.

  8. e cosa vuoi da uno che “mangia” pane e pc :D

  9. non bevi ? C’è già Med che mi ha promesso che mi paga una birra, magari ha i soldi anche per 2 birre, sai lui i danè li ha fatti nei tempi buoni ! :-)

    Beh S. Giulia, potresti aprire un negozio di pc e assistenza e sub-affittare a tuo padre una scrivania :-)
    così magari ti fai pagare tutto l’affitto.

  10. Med says:

    ….Stefano non ti allargare :-))

    Scusa Ag. S. Giulia ma Ketty Increta ti conosce?
    Il suo intervento non è male.

  11. No personalmente…..

    No increta si sbaglia perchè uno non ti lascia certo tutti i suoi dati….. il pc vale più per quello che contiene che per quello che è ! ;)

  12. Fai pure l’informatico se ti appassiona di più, ma massimo rispetto per l’attività di agente immobiliare, i soldi per crescerti papà li ha tirati fuori da questo lavoro ricordalo!

  13. Massimo rispetto per qualsiasi lavoro onesto !

  14. m.rinaldi@gpa.it says:

    io non vengo dal settore informatico ma so con esattezza che anche li i portoghesi non mancano.

  15. Si M.rinaldi, proprio ieri una mia collega mi ha chiamato per chiedermi come mai il suo sito non appare più nella “serp”, dopo un po di controlli ho scoperto che probabilmente è stato bannato da google, colpa di chi ha preferito, facendogli il sito, usare artefizi invece che ottimizzare e rendere il prodotto sito un prodotto duraturo.

    Gli sto dando via mail i mezzi per provarlo e magari chiederne conto al suo “webmaster”.

  16. Addio se il sito è stato bannato è per più gravi motivi.

    O che il “simpatico” webmaster abbia inserito qualche stringa poco “ortodossa” nelle pagine oppure troppi pop-up e simili.

    Comunque non è solo per una non perfetta “gestione” dell’html che Google banna !

Speak Your Mind

*