Seconda Giornata Internazionale dell’Immobiliare a Cannes: io c’ero!!

Postato da Stefano Lanteri:

Con questo breve intervento volevo riassumere la mia partecipazione ad un interessantissimo convegno tenutosi il giorno 9 novembre presso l’Hotel Hilton di Cannes, organizzato dalla Fnaim (Associazione francese degli Agenti Immobiliari, “gemellata” con la Faip), dal titolo: “2° giornata dell’immobiliare internazionale.

Tutto ha inizio alle 9,30 del mattino con l’accreditamento dei partecipanti provenienti da diverse Nazioni estere. Questo dopo aver girato in lungo ed in largo la Croisette, visto che l’Hotel Hilton ha di recente cambiato nome, e non riuscivamo a trovarlo, poi per caso ci lanciamo in un parcheggio sotterraneo, dove incontriamo delle colleghe francesi, e ci accorgiamo che il parcheggio era proprio quello dell’albergo.

Il primo intervento ha avuto come tema un’approfondita statistica di frequentazione degli stranieri in Costa Azzurra. Dal quadro è emerso che gli acquirenti in questa zona sono in maggioranza anglosassoni, attirati dai voli low coast. Gli italiani costituiscono l’8% degli acquirenti di appartamenti ed il 3% degli acquirenti di ville- Personalmente pensavo ricoprissimo una fetta ben maggiore ma, a pensarci bene non è così piccola, vista la valenza internazionale di questo mercato, ambito e conosciuto in ogni dove.

lanteri.jpg

Si è poi proseguito illustrando quelli che sono i punti di forza dell’acquisto immobiliare in Francia. E’ stata messa in rilievo sicurezza delle transazioni, infatti ogni passaggio di denaro legato alla vendita viene fatto affluire su un conto sequestri a nome del notaio rogante o al massimo dell’agenzia immobiliare che per questo servizio presta idonee garanzie assicurative.

E’ poi stata illustrata l’attività di vigilanza sulle transazioni sospette, svolta da uno specifico organo governativo. In Francia è dal 1998 che gli Agenti Immobiliari hanno l’obbligo della segnalazione di operazioni sospette. Il sistema è leggermente diverso dal nostro. Tra l’altro, se non ho capito male, anche in caso di istruttoria processuale, il nominativo di chi ha fatto le segnalazioni o ha fornito informazioni, resta anonimo perchè si fa carico di tutto questo speciale ufficio legato al Ministero dell’Interno. Addirittura se un magistrato si rivolge direttamente ad un’agenzia per chiedere informazioni sulla specifica transazione oggetto di istruttoria, quest’ultima può benissimo dire al magistrato di rivolgersi direttamente all’Ufficio ministeriale, del quale adesso mi sfugge il nome: da noi le cose vanno diversamente. Successivamente sono stati portati ad esempio diversi casi di cooperazione transfrontaliera che hanno portato alla scoperta di importanti reati legati al riciclo di denaro sporco attraverso la compravendita immobiliare.

Dopo una ristoratrice pausa caffè (ovviamente alla francese, ma devo dire piacevole nel gusto) il primo intervento è stato effettuato dai dirigenti della FIABCI, importante federazione che opera a livello mondiale, e racchiude associati delle varie discipline che hanno a che fare con il mondo dell’immobiliare. E’ stato illustrato il sito internet, vero e proprio strumento di lavoro, in grado di mettere in contatto migliaia di colleghi in tutto il Mondo. Non si tratta di un MLS, ma di un DataBase di anagrafiche, molto ben organizzato e completo. Attraverso specifici filtri è possibile inviare una mail a tutti gli associati che presentano determinate caratteristiche impostate.

Dopo la FIABCI hanno avuto la parola i dirigenti regionali di importanti istituti bancari operanti a livello mondiale, in grado di finanziare in Costa Azzurra l’acquisto da parte di clientela straniera. In particolare, mi è sembrato ben studiato l’intervento di una Banca che ha fatto salire sul palco 4 loro dipendenti, oltre la direttrice, che ha iniziato a chiedere per alzata di mano, alle oltre 300 persone presenti in sala, chi fosse, francese, italiano, inglese, svedese, norvegese: questo per dimostrare, facendo parlare i dipendenti nelle varie lingue, che loro sono in grado di rispondere e gestire la clientela di diversa nazionalità, direttamente nella lingua madre dell’acquirente. Questo, per alcune popolazioni, è un elemento importantissimo, vista la diversità di alcuni sistemi bancari di tipo scandinavo rispetto ad esempio a quello francese. Un Istituto è poi in grado in 48 ore, a livello dipartimentale di dare la pre delibera per un importo massimo di 2 milioni di euro, per un cliente straniero che acquista in Francia: direi non male!!!!

Al termine degli interventi delle Banche abbiamo fatto un breve pranzo per poi riprendere subito i lavori. Si è iniziato a parlare del mercato tunisino. La delegazione estero della “Fnaim Costa Azzurra” si è recentemente recata in Tunisia, per prendere contatti con società di costruzione, colleghi e sentire le autorità amministrative. Questo perchè quel mercato sta sviluppando notevoli potenzialità grazie al clima, adatto ad una clientela anziana, alle infrastrutture, che stanno portando il paese a livelli di qualità della vita a standard elevati. Inotre numerosi sono i programmi immobiliari in cantiere che vedranno la luce nei prossimi anni. L’intervento è stato ben articolato e si è concluso con l’invito degli associati a rivolgersi direttamente alla commissione per avere le dritte giuste per operare in quel mercato.

Dopo la relazione sul mercato tunisino, si è passati a parlare del mercato della clientela russa. Devo dire che ho trovato interessantissimo l’intervento di oltre 40 minuti fatto da un unico relatore. Sono stati ampiamente illustrati gli standard che dovrebbe avere un’agenzia per “trattare” determinati clienti provenienti dalle varie Regioni della nuova Federazione Russa. In particolare quello che è emerso è la necessità dell’educare il cliente russo al nostro mercato immobiliare (sia italiano che francese), che presenta delle differenze sostanziali con quello della Federazione. Qui i temi affrontati sono stati tanti e di difficile sintesi in questa breve relazione.

Dopo una breve pausa caffè (con annessi pasticcini…ho faticato ad assaggiare tutti i tipi!!!, ma comunque mi sono sacrificato volentieri) è stata presa la parola da un collega americano, del quale mi ha molto colpito il modo e l’enfasi che ha messo nel suo intervento. Soprattutto quando ha detto: “ non preoccupatevi l’America è un grande Paese, si rialzerà da questa crisi, perchè se muore l’America, muore il mondo intero”. Questa affermazione mi ha fatto molto riflettere, ed in effetti ha avuto una certa presa sulla platea. Ovviamente l’utilizzo della parola “morte” aveva un senso figurato, voleva intendere la morte del sistema economico. E’ chiaro che una crisi paese degli USA provocherebbe a causa della globalizzazione un effetto domino allucinante. Comunque senza addentrarci troppo in questo tema ci ha illustrato alcuni progetti immobiliari in realizzazione a Miami, con prezzi molto diversi e convenienti rispetto ai nostri!!!

La giornata di lavori si è conclusa con la stipula un accordo di collaborazione tra la Fiaip e la Fnaim. Tale accordo prevede un parternariato sostanzialmente nella vendita di immobili in Francia, tramite i colleghi della Fnaim. Il protocollo di intesa è stato stipulato tra i Presidenti Fiaip di Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta ed il Presidente Fnaim della Costa Azzurra. Notevole il clima conviviale e di reciproca stima tra tutti gli intervenuti. Questo sarà presto messo a disposizione degli associati.

La chiusura dei lavori è stata fatta dando la parola all’Assessore ai lavori pubblici della municipalità di Cannes. Signora di una certa età, ma molto ferma nel dire che sarà preservato il territorio da speculazioni edilizie che possano deturpare l’ambiente.

Oramai stanco dalla giornata alle 18,30, senza partecipare al cocktail di fine lavori, sono tornato in Italia con la voglia di scrivere questo breve resoconto.

E’ probabile che possa avere invertito alcuni interventi, perchè non ho attinto dati e scalette dalle oltre 12 cartelle di appunti che ho preso durante l’arco della giornata. Me li analizzerò con calma.

Allego una foto scattata con il cellulare che purtroppo non rende molto lidea del numero di persone intervenute.

Comments

  1. Bastardo, i pasticcini… :P

  2. hhihihi, una goduria nel pomeriggio…erano spettacolari.

    a pranzo ho assaggiato 4 tipi differenti di torta.

  3. StudioR says:

    Ora dovrai stare a dieta una settimana per smaltire….

  4. dai Roby, non credo di avere di questi problemi :-) Altrimenti vengo a lavorare una settimana con te nei carrugi in “altura”

  5. Peccato causa over booking non ce l’ho fatta a partecipare.
    Ma i miei colleghi Piemontesi euforici mi hanno subito telefonato per raccontarmi. Ho dovuto richiamarli il giorno dopo per capire cosa era successo a Cannes, dopo che hanno smaltito lo Champagne con cui avete brindato dopo aver siglato l’accordo! Spero di poter partecipare la prossima volta!

  6. io lo Champagne non l’ho bevuto, sono andato via prima, ero relativamente stanco, perchè ho seguito attentamente tutti gli interventi, dal primo all’ultimo. Dalle 9,30 alle 18, ne sono state dette parecchie di cose. Beh, verrà fatta anche il prossimo anno, ma credo che ci si vedrà molto prima con i francesi.

    ehehehe erano euforici ???? Per quale motivo ?? Te l’hanno spiegato ?

    Molto simpatici i tuoi colleghi piementesi, ne ho conosciuti alcuni.

  7. Erano contenti per l’accordo siglato coi francesi, ma soprattutto su di giri per lo champagne!

  8. ah ecco…ho fatto bene ad andare via prima.

    Devo dire che i francesi sono stati molto cortesi ed accoglienti con noi…in pochi parlavano italiano, ma non è stato un problema…noi parlavamo il francese :-)

Speak Your Mind

*