Agente Immobiliare con partita IVA, come la mettiamo?

Postato da F.B.:

Salve,
sono un ragazzo di 23 anni e lavoro da poco come Agente Immobiliare.

La mia agenzia mi ha proposto un contratto come procacciatore d’affari, senza una retribuzione minima fissa mensile ma con provvigioni più alte.

Inoltre mi ha proposto (e qui il mio dubbio) di aprirmi una partita IVA.

Purtroppo non ho molta esperienza e vi chiedo se potete darmi una risposta alle domande che vi propongo: a cosa serve aprire una partita IVA a un’Agente Immobiliare?

Quali spese comporta l’apertura ed il mantenimento della stessa?

Quali responsabilità si devono assumere una volta ottenuta la partita IVA?

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

Distinti Saluti.

Comments

  1. Oris says:

    Evidentemente non hai il patentino, intanto fai il corso e l’esame, anche se ti dicono di non farlo.

    Senza retribuzione fissa va bene, se vuoi fare l’agente immobiliare è bene che dimentichi prima possibile la parola “fisso”.

    Aprire una partita iva… come procacciatore…. il tuo futuro capo dovrebbe sapere che in caso tu emetta fatture solo a lui i problemi non li evita… cmq, lo fanno in molti evidentemente no ci sono problemi.

    Il procacciatore può anche non aprire la P.iva, basta che non incassi oltre una certa cifra (mi pare 5-6k all’anno) e è esonerato da molti gravami fiscali.

    Inoltre, se un cliente dovesse venire con te a vedere una casa e non ti pagasse non avresti NULLA in mano per chiedere il pagamento, alcuni provano a coprire questa mancanza con i fogli di carta, ma il rischio esiste sempre ed è concreto.

    IN soldoni: fai pure questa esperienza, ma se vuoi fare l’AI davvero devi fare il normale iter.

    P.S:

    Il proccacciatore di affari immobiliari non dovrebbe esistere ma le cciaa sono piene di questi procacciatori che non fanno altro che l’ai abusivo: non sarebbe il caso di dare la possibilità alla gente di prendere il patentino anche attraverso un percorso “pratico” (non quello proposta da ANAMA, certo) ?? ;)

  2. massimo says:

    salve a tutti,
    per discorso patentino sono d’accordo con oris, per quanto riguarda la partita iva, va bene ma devi aprirti anche la posizione inps, e quando vai a concludere l’affare devi farti dare la ritenuta d’acconto, altrimenti non sei in regola. ma per fare cio devi avere il patentino e essere iscritto alla camera di commercio dove tu risiedi.
    oris quelli che fanno lavorare i ragazzi solo con P.IVA non sono in regola, come lavoro occasionale possono solo percepire denaro solo una volta ma devono comunque fare sempre la ritenuta d’acconto. penso che dovrebbe essere cosi. per quanto riguarda le spese ci sono, però se lavori riesci a pagare tutto. saluti a tutti

  3. Oris says:

    Sì, non dovrebbero essere in regola, ma di fatto lo sono, o sono pagati a “prestazione occasionale” (con la ritenuta).

    Il procacciatore, sotot un certo limite di incasso lordo ha molte agevolazioni.

    Resta inteso che nessuno dei sue è in regola.

  4. Luciano-TORINO says:

    Caso 1 – Come tu stesso sostieni sei già agente immobiliare. ( Non comprendo perchè i colleghi che hanno risposto prima diano per scontato che non lo hai ). In questo caso se apri una partita iva devi pensarci bene e non farlo con leggerezza. Vai incontro a molte spese e responsabilità. Sei soggetto agli studi di settore, all’inps, ad accertamenti fiscali, alle normative antiriciclaggio e sulla privacy. Insomma un bel fardello ;-) Se sei intenzionato in futuro ad aprire una tua agenzia iniziare come “collaboratore” di un’agenzia già avviata è una buona scelta. Se invece non sei intenzionato a lavorare in proprio …. beh… trova un’agenzia che ti assuma a tempo pieno.

    Caso 2: Non hai ancora il patentino… ( e quindi i colleghi ci avevano visto giusto). In questo caso evita tassativamente di definirti “agente immobiliare”, nel forum come con i clienti, ed evita di compiere atti che si possano configurare come “mediazione”. Il tuo unico compito sarà quello di ACCOMPAGNARE i potenziali clienti senza svolgere trattativa alcuna, nè valutazioni o consulenze. Se no sei fuorilegge, tu e chi ti riconosce le provvigioni.

  5. casaqui says:

    Chi scrive lo fa sulla base di un esperienza di 12 anni nel settore, che ha fatto tutte le tappe dell’agente immobiliare partendo dalla base e arrivando ad essere titolare di piu’uffici, nel mezzo ci sono tante persone (colleghi/dipendenti/consulenti/collaboratori/funzionari/)che ho affiancato e seguito.
    Per fare l’agente immobiliare o meglio il Consulente Immobiliare, bisogna esserlo innanzi tutto nella mente, prima che parlare di fisso , p.iva e via discorrendo.
    Quando l’obiettivo è chiaro e c’e’ la voglia di raggiungerlo il come non è mai un problema.

    Le risposte se vuoi diventare un bravo consulente immobiliare le devi cercare chiedendo a chi ci è riuscito ed ha avuto successo e non a chi ha fallito e getta fango su tutti e tutto, d’altronde se tu volessi diventare un bravo chef non credo andresti a chiedere lumi al lavapiatti o al cameriere.

    Nello specifico delle tue domande ti dico che è tutto uno schifo, il problema che abbiamo uno stato che è alla frutta e fa acqua da tutte le parti, che ha una grossa necessità di denaro per coprire i suoi buchi soprattutto quelli dell’inps, in periodo di crisi lo stato non ha nient’altro di meglio che tartassare chi è realmente un suo sostituto, noi come tanti altre p.iva creiamo posti di lavoro, quello che dovrebbe fare lo stato, ma lo stato che fa, ci ringrazia a suo modo, ci scaglia contro i suoi controllori che oramai sono a tutti gli effetti agenti come noi anche loro lavorano con budget/obiettivi e premi.
    Studi di settore piu’ presanti(chi se ne frega se non guadagni), l’inps che ti sta con il fiato sul collo (meglio 1 lavoratore in “regola” e 5 a spasso che 6 “irregolari” (assodato che l’epoca degli schiavi è finita da parecchio e che il ns non è un lavoro dove si rischia la vita, penso che se uno viene a lavorare da noi è una sua libera scelta ed una sua convenienza anche economica, oltre che ad apprendere “retribuita” una professione che in altre categorie professionali con la compiacenza dello stato, si fa si li come schiavi e senza retribuzione, diversamnte se non fai praticantato non puoi fare l’esame per l’abilitazione alla professione).

    Il contratto nazionale di lavoro dice che un agente immobiliare neo assunto dovrebbe guadagnare 1400,00 euro circa(7 ore di lavoro al giorno per 5 giorni alla settimana, per la cronaca chiedi ad un vero agente immobiliare quante ore e quanti giorni lavora) poi ci sono i contributi, questa persona costa all’agenzia circa 30.000,00 euro all’anno(ma soprattutto all’inizio li produce all’agenzia, sfido chiunque a dire il contrario).

    Mi chiedo:
    - Perchè non fare il praticantato anche da noi, che cambia tra noi ed un avvocato/commercialsta/geometra/ingegnere/architetto… – Perchè non lasciare che una neo consulente immobiliare/p.iva non paghi niente per il 1 anno i primi 2 anni, d’altronde se questa p.iva non apre nemmeno lo
    stato non percepisce nulla ed allora perchè non lasciargli la possibilità di iniziare senza tante oppressioni economiche.

    Lo stato non capisce che quello che arriva agli imprenditori come messaggio è: resta piccolo, non crescere, non assumere, non dare possibilità.
    Ma a noi chi ci garantisce?

    Nonostante tutto caro futuro collega, ti dico un futuro diverso è possibile, credi in te stesso ed ogni obiettivo sarà raggiungibile.

    In Bocca al lupo e scusami se mi sono dilungato, ma chi ti scrive è uno che ama questo lavoro ed ama questo dannato e fantastico paese.

  6. wanted says:

    domanda: ho una società di costruzioni (srl) e nel mio camerale (ovviamente) c’è scritto che non posso fare intermediazione. ok (in effetti nn è il mio lavoro primario) mi trovo ora a dover chiudere una vendita dovendo pattuire la mia provvigione. dall’altra parte ho mia sorella col patentino immobiliare, non iscritta all’albo, che è senza lavoro. allor ami chiedo: posso farla entrare nella società sotto qualche forma, modificar eil camerale e fare questa vendita in tutta onesta, versando quel che c’è da versare? grazie per chi vorrà rispondere.

Speak Your Mind

*