REGISTRAZIONE PRELIMINARE COMPRAVENDITA

Se venditore ed acquirente, di comune accordo, decidono di non registrare il “compromesso” a cosa va incontro l’agente immobiliare che ha curato la vendita?
Premetto che il “rogito” verrà effettuato a 4 mesi dal “compromesso”; che l’agente ha regolarmente incassato le provvigioni e che nel “compromesso” il notaio non ha fatto riferimento all’intervento dell’agente immobiliare.
Grazie per l’aiuto.

Comments

  1. Oris says:

    Secondo me, l’AI è passibile di sanzione, come previsto.

    L’obbligo inserito nella tariffa, purtroppo non prevede alcuna esenzione in nessun caso e come si sa in diritto, ciò che non è regolato non esiste.

    Anche io sono in questa situazione, personalmente, perchè un avvocato ha detto (e se lo ha detto lui.. ) che i compromessi non vanno registrati… e quindi i clienti non l’hanno fatto… siccome era una collaborazione dove io avevo il venditore… ho lasciato perdere, tra l’altro, in questo caso siamo tanti gli obbligati in solido :D

  2. Non che sia una cosa giusta, ma l’agente immobiliare è coobligato in solido al versamento dell’imposta di registro delle scritture private di natura negoziale. Ciò significa che l’AdE può rivalersi per il mancato versamento dell’imposta indifferentemente verso il i clienti e agente immobiliare.
    Il notaio non dichiarando il compenso del mediatore in atto, si è sottratto ad un obbligo di legge.

  3. A.T. (antonio) says:

    @ Ketty,
    Attenzione, leggiamo bene prima di dire che un notaio si è sottratto ad un obbligo di legge.
    Di quale imposta parli?

  4. Si AT ho letto bene!
    1) Pur essendoci un mediatore che ha regolarmente fatturato il notaio non ha citato la provvigione in atto, quindi è venuto meno ad un obbligo di legge.
    Che c’è se sbaglia il notaio non si può dire?
    2) Ovviamente mi riferivo all’Imposta di registro.

  5. dony says:

    Salve sono il diretto interessato :)
    Alle luce di ciò come di devo comportare? Io all’assistente del notaio e all’acquirente ho fatto presente che la registrazione è un obbligo. Inoltre ho anche chiesto il motivo per cui non sono menzionato nel “compromesso”, come risposta ho ottenuto la seguente:
    “L’intervento dell’agente lo menzioneremo al rogito (lo spero!!) e poi siamo tra persone perbene, per cui non vediamo l’esigenza di registrare il compromesso …”
    Bah … a quanto pare ogni notaio ha il suo modo di lavorare e tutto ciò non fa altro che creare confusione nell’ambiente.

  6. A.T. (antonio) says:

    @ Ketty,
    Scusa se insisto ma non hai letto bene.
    Nel post si parla di compromesso.
    Mi sembra che il notaio ha l’obbligo di dichiarare nell’atto di trasferimento i compensi dell’agenzia immobiliare.

  7. A.T. (antonio) says:

    @ dony,
    Il notaio deve dichiarare all’atto d itrasferimento l’eventuale mediazione di una agenzia.
    Secondo te perchè al compromesso?

  8. A.T. (antonio) says:

    @Ketty,
    ti riferisci all’imposte di registro 168 €?

  9. Ironia della legge, noi Agenti immobiliari siamo coobbligati in solido per il pagamento delle imposte di registro preliminare il notaio no.
    Ma il notaio dovrebbe avere l’obbligo deontologico di avvisare le parti del fatto che loro hanno l’obbligo di pagare l’imposta di registro al preliminare e che se non lo faranno saranno sanzionati.
    Dony io scriverei una raccomandatina alle parti ed al notaio, che dice più o meno così:
    in merito al preliminare stipulato in data …..tra i signori…………e……………presso il notaio………………. in base al TU 131 1986 vi invito a provvedere nei termini di legge alla registrazione di detto contratto ed al pagamento delle imposte relative.
    Nel caso siate impossibilitati, su vostra delega e previa consegna da parte vostra delle copie del contratto preliminare e dell’importo di €…………., mi rendo sin da ora disponibile ad effettuare per voi questo adempimento di legge.
    Essendo obbligatorio per legge, vogliate inoltre ricordare al notaio d’inserire in atto gli estremi dell’agente immobiliare e dell’importo e modalità del pagamento della mediazione di cui vi allego opportuna documentazione.

  10. Dany se sei iscritto ad una federazione di agenti immobiliari fai chiamare il Notaio dal tuo presidente provinciale! :)

  11. Franz says:

    Ciao Francesco, un collega, mi sentirei comunque di dire che il notaio è obbligato a menzionare il compenso e i dati dell’agenzia nel rogito e non anche nel compromesso, convenendo con A.T..
    Attenzione parlo di obbligo, comunque ogni tanto mi è capitato di non essere menzionato nel compromesso, avvenuto in maniera sporadica. In attesa di chiarimento, volevo fare i complimenti a Ketty, anche se in questa cosa sembriamo dissentire, per la sua indubbia preparazione.

  12. Grazie Franz,
    Comunque il problema è che il notaio da un’informazione errata dicendo “tra persone per bene non è il caso di registrare”.
    La registrazione è un aspetto puramente fiscale, se il notaio la sconsiglia induce i clienti ad evadere il fisco! E’ su questo aspetto che occorre fare chiarezza, altrimenti i clienti si sentono tranquilli perchè “l’ha detto il notaio”!

  13. ross says:

    Caro Dony, alla luce di quanto hai esposto mi pare evidente che hai fatto il preliminare tramite il notaio con versamento di caparra o acconto prezzo in quanto hai già emesso le tue fatture di mediazione alle parti. Tieni presente che nel rogito definitivo salterà fuori che è stato versato un precedente pagamento/acconto (da qui nasce l’obbligo della registrazione) quindi il notaio è in difetto per la mancata registrazione obbligatoria del contratto preliminare. Il fisco provvederà al recupero della mancata registrazione con il rischio visto che sei coibbligato a pagare parte dell’imposta. Il notaio secondo me nel prelimare non ha l’obbligo di citarti ma sicuramente lo farà nel rogito definito dietro presentazione delle tue competenze già percepite. Il consiglio è quello di convincere le parti alla gestrazione del preliminare (obbligatorio) in quanto tutto quello che è stato fatto finora nel rogito definito verrà fuori (pagamento di caparra/acconto prezzo + fatture di mediazione agenzia/agente.

  14. seroli says:

    Domanda per Avv.Caviglia:
    ma dell’interpello sull’argomento si sa’ nulla?

    Per il resto, da noi al preliminare non veniamo mai citata come intermediari, di solito ci menzionano solo al Rogito, e per la registrazione che ci vuoi fare, loro sono solidali con te, il contratto l’ha fatto il notaio (non glielo puoi strappare di mano per correre a registrarlo), se domani salta fuori che dovevate pagare, pagheranno loro (tra l’altro una recente interpretazione del Notariato ha escluso il “diritto di provvista” per gli A.I. cioè non ti puoi far dare i soldi prima per registrare, mi par che si dica cosi), quindi se domani ti chiedono i soldi pagheranno loro, se non pagano paghi te e poi chiedi il “sequestro conservativo dell’immobile” per 180 euro, cosi’ anche il giudice si mette a ridere …………….che legge incostituzionale che è questa!!!!!!!!!!! ;)

  15. max1970 says:

    registra tu e fai rivalsa.

  16. seroli says:

    I’ che gli porta alla AdE se gli originali ce l’hanno i clienti e una copia il Notaio? I’che deve fare? Prendere a testate uno di loro, strappargli di mano l’atto e correre a registrarlo?

  17. gito67 says:

    Per la precisione:

    1) gli AI sono coobbligati in solido al pagamento delle imposte di registro ma gli obbligati principali alla registrazione restano le parti quindi abbiamo sempre il diritto a rivalerci su di loro (cioè l’AdE chiede indistintamente i soldi a tutte le parti AI compreso, se nessuno paga e paga l’AI poi ha diritto di rivalsa sui debitori principali)

    2) Il notaio NON è OBBLIGATO a citare in atto se la compravendita è avvenuta con l’operato di un mediatore, bensì sono le parti ad essere obbligate a fare tale dichiarazione (se dichiarano il falso rischiano una multa fino a €.10.000 mi pare).

    • Oris says:

      Infatti come dice Gito, tale obbligo è limitato alla dichiarazione sostitutiva delle parti riguardo all’opzione prezzo valore. Il notaio quindi non deve far altro ch eriportare la dichiarazione delle parti, in genere il Notaio non ha alcun obbligo, se non quello di accertarsi dell’identità e della provenienza e diritti reali (e reali di godimento) che vengono trasferiti, ha poi l’obbligo deontologico di infomrare le parti su cosa firmano e sulle responsabilità /diritti che da questa firma derivano. Questo è quanto a me sembra di sapere, se magari un notaio dicesse la sua non sarebbe male.

  18. @ Seroli: Non ci sono ancora novità … purtroppo tutto procede nella norma …

  19. dalele says:

    Il fatto che il NOtaio abbia detto: “e poi siamo tra persone perbene, per cui non vediamo l’esigenza di registrare il compromesso” per me vuol dire che ha confuso (anche lui!) la registrazione con la trascrizione …(LOL.))

  20. dony says:

    Finalmente sono riuscito a convincere l’acquirente!
    Ovviamente alla registrazione, e pagamento F23, ho dovuto provvedere io.

    P.S.
    Supponiamo che l’acquirente si fosse rifiutato a fornirmi le copie del preliminare, soldi per i bolli, per la registrazione e l’acconto imposta di registro; come mi sarei dovuto comportare?

  21. toscogroup says:

    Io non ho potuto registrare poiche’ non mi e’ stato consegnato il preliminare, il notaio ha detto che non era obbligatorio registrare, e 4 settimane dopo siamo andati all’atto. Ora vorrei vedere davanti ad un giudice chi mi potrebbe incolpare di non avere registrato (ero materialmente impossibilitato a farlo !!!!), inoltre ho i testimoni che ho richiesto a piu’ riprese la registrazione o l’atto in originale all’acquirente.

    Sicuramente dei casini salteranno fuori, ma sarebbe ora che qualcuno di noi andasse fino in fondo con una causa (lo so che si spende per gli avvocati) e che la cassazione eliminasse quest’obbligo o lo estendesse a tutte le categorie (non solo i notai, ma anche i geometri, gli architetti ecc.)

Speak Your Mind

*