Case vacanza, tiene il mercato nel 2010

Nonostante uno scenario mondiale in contrazione negli ultimi due anni, il mercato delle seconde case sembra risentire meno dei venti della crisi. Lo rivela l’Osservatorio Immobiliare turistico della FIAIP, importante associazione di categoria italiana.

Gli immobili messi in vendita sono in aumento (+10%), in leggero calo i prezzi delle compravendite…

Sono sei le località italiane che – secondo l’Osservatorio – fanno registrare prezzi al metro quadro superiori ai 10.000 euro: Courmayeur, Madonna di Campiglio, S. Margherita Ligure, Forte dei Marmi, Capri e Porto Cervo. I valori “top” sono quelli di Madonna di Campiglio (10.000-14.000 euro al mq per immobili nuovi o di particolare pregio, 10.000-12.000 per immobili in posizioni centrali, 5.500-8.000 per le posizioni semicentrali) e di Capri (qui un bilocale pregiato può costare 15.000 euro al mq).

Stabili i valori per Courmayeur, Porto Cervo e Forte dei Marmi, in leggera discesa i prezzi a S. Margherita.

Novità nello scacchiere italico per le isole Eolie e Pontine, sempre più ricercate da investitori italiani e stranieri, con prezzi che variano da 3.500 a 8.000 euro al mq.

L’Osservatorio turistico FIAIP fa notare come sia alto il ricorso ai mutui nell’acquisto di questa tipologia di immobili: nel 25% dei casi si finanzia oltre il 60% del valore dell’alloggio. Le famiglie con bimbi sembrano un target molto “caldo” nel comparto “casa vacanza”, oltre il 20% per le compravendite, oltre il 24% per gli affitti.

Come è la casa vacanza ideale degli italiani? Il 50% degli immobili si attesta intorno ai 60 metri quadri, 35% per le case di medie dimensioni e solo il 15% per gli alloggi che superano i 120 mq.

Nel 2011 la FIAIP prevede un ennesimo leggero calo dei prezzi (2-3% su scala nazionale), ma le speranze di vedere un mercato nuovamente in crescita sono ben riposte.

Speak Your Mind

*