Come ti costruisco la casa secondo il marketing immobiliare

prodotto marketing immonbiliareContinuiamo a parlare di prodotto, inteso come elemento del marketing mix immobiliare, oltre al prezzo, alla distribuzione e alla promozione. Abbiamo affrontato l’argomento prodotto in un post che si occupava di naming, ovvero lo studio del nome di una nuova iniziativa immobiliare.

Il responsabile del marketing immobiliare nella fase preliminare di definizione del nuovo prodotto immobiliare non si occupa solo degli aspetti immateriali e legati per lo più all’immagine del prodotto. Attività che oltre al già citato naming, riguardano anche la definizione del piano di comunicazione e dell’immagine del prodotto (logo, colori, ecc).

Il responsabile del marketing immobiliare può dare (e deve dare) il suo apporto anche per quanto riguarda la definizione del prodotto stesso. Ovviamente un uomo di marketing non può firmare un progetto ma può fornire utili informazioni ai progettisti per arrivare a un prodotto che soddisfi meglio le esigenze del target.

Lo strumento principe di questa fase è sicuramente rappresentato dalle ricerche di mercato. Le prime ricerche da compiere sono di natura demografica. Occorre dare una risposta a domande tipo:

  • in quella zona quante persone ci abitano?
  • Qual è il flusso dei trasferimenti in entrata e in uscita negli ultimi 10 anni?
  • Ci sono comunità straniere?
  • Se si, quali?
  • Qual è stato l’andamento delle nascite degli ultimi 10 anni?

Già da questa prima fase è possibile farsi un’idea di quale sarà il nostro target e di conseguenza si potranno “disegnare” dei prodotti immobiliari in grado di soddisfare le esigenze specifiche. Per esempio, se ci accorgiamo che in una zona indagata il numero degli abitanti è cresciuto e ancora di più sono aumentati i bambini, saremo di fronte a una zona privilegiata da giovani coppie con figli. Il prodotto immobiliare di riferimento sarà rappresentato dal trilocale.

Oltre alle ricerche di tipo demografico, è essenziale l’analisi della concorrenza. Difficilmente la nostra iniziativa immobiliare sarà realizzata in un deserto e sicuramente qualcun altro avrà costruito prima di noi nella zona. In questo caso occorre trovare una risposta ad alcuni quesiti:

  • come gli è andata?
  • Ha avuto difficoltà?
  • Cosa ha venduto più facilmente?
  • A chi ha venduto?

È ovvio che non sia semplice ottenere queste informazioni ma ci sono alcuni strumenti come il mistery shopping o il tam-tam dei fornitori o degli agenti di zona che possono fornire quello che si cerca. In questo caso, l’obiettivo è semplice: imparare dagli errori altrui.

Il marketing in generale, da sempre aiuta la produzione a definire i prodotti. Trent’anni fa i detersivi avevano la forma di enormi bidoni di cartone cilindrici da 10 kg. Le massaie non ce la facevano più a portare quei pesi e oltretutto occupavano tanto spazio in casa. Per rispondere a questa esigenza, il primo passo del marketing fu quello di far diventare i fustini dei parallelepipedi, risolvendo il problema dello spazio. Progressivamente, il marketing impose alla produzione nuovi cambiamenti fino agli attuali detersivi liquidi concentrati.

It’s marketing, folks!

 

Antonio Rainò per Immobiliare.com

 

 

 

Speak Your Mind

*